Blog: http://cicaletta.ilcannocchiale.it

Distacco

Una dovuta premessa: non sono una mamma di quelle morbose.
Anzi, mi definisco una mamma "disgraziata".
Il cicalino è venuto su bello indipendente, non l'abbiamo abituato a stare in braccio e siamo sempre stati dell'idea, specie la sottoscritta, che le capocciate ci stessero tutte se voleva camminare così come i pizzoni scambiati con gli altri bambini.
L'ho lasciato con mia madre a cinque mesi per tornare al lavoro, contenta finalmente di riavere i miei spazi e la mia identità che non fosse solo quella di madre, ma anche di donna e di lavoratrice (tsè, illusa...).

Ora che veleggia verso l'anno, m'ero abbondantemente rotta della storia "caccialasisa toglilasisa amoredemammasemerimozzichitemozzicoio" e quindi, senza troppi patemi d'animo, ho smesso di allattarlo.

Incredibilmente, è venuto fuori un lato di me che non conoscevo...a parte il fatto che mi sarei aspettato un minimo di struggimento (è pur vero che oramai si trattava solo di un breve appuntamento serale), il mio corpo non ha assolutamente sentito il contraccolpo. Del tipo, "niente più latte? Ok, vabbè". Il che mi fa imbestialire, perché sto corpo del quasi obbedisce solo quanno je pare.
E' che sono io a soffrire un pò la mancanza del nostro appuntamento serale.
Perché prima eravamo cicalinocicaletta, una cosa sola. Mentre ora siamo cicalino E cicaletta, due entità distinte.
Com'è giusto che sia.
Però, però...

Pubblicato il 10/8/2011 alle 16.14 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web